Dieta vegan e tumori: esistono reali benefici?

Dieta vegan e tumori: quali sono i reali effetti benefici di un’alimentazione vegana?

Spesso sentiamo dire che seguire una dieta vegan tiene alla larga i tumori, ma sarà proprio così? Che la nostra alimentazione sia strettamente collegata al nostro stato di salute, e che mangiare male aumenta il rischio di determinate patologie, come ad esempio i tumori, è già stato ampiamente dimostrato attraverso diversi studi. Normalmente sotto la lente di ingrandimento troviamo determinati tipi di cibi, come la carne rossa ad esempio, che stando a una recentissima ricerca, aumenterebbe il rischio di cancro al seno.

Al contrario, è ampiamente noto il fatto che assumere una buona quantità di fibre aiuta a combattere il rischio di cancro (in particolar modo del cancro del colon e di quello del seno). Normalmente le persone che seguono una dieta vegetariana e vegana assumono molte quantità di fibre, per cui appare ovvio l’effetto benefico, in tal senso, di questo genere di alimentazione.

Come riportato sul sito dell’Airc peraltro, a dimostrare che una dieta vegana diminuisce il rischio di cancro sono stati anche diversi studi, secondo i quali tale rischio diminuirebbe, per le “popolazioni” vegetariane, del 12% . Tale percentuale sale maggiormente quando si parla di leucemie, cancro dello stomaco e della vescica, con una riduzione del rischio che arriva addirittura al 45%.

Detto ciò, bisogna però considerare che a favorire un calo del rischio di tumore per le persone che seguono un’alimentazione vegana vi sono anche altri elementi da non sottovalutare, come ad esempio la tendenza da parte delle persone vegetariane e vegane a seguire un più corretto stile di vita, eliminando fattori di rischio importanti, come la sedentarietà, la cattiva alimentazione ed il fumo. Le persone che seguono questo genere di dieta appartengono spesso ad una categoria sociale medio-alta, hanno una buona cultura, fanno molta attenzione alla propria salute e svolgono un’adeguata attività fisica, e ciò può influire senza dubbio in modo importante nella prevenzione dei tumori.

Dieta vegan e tumori

Personalmente devo ammettere che io non ho iniziato a “mangiare vegan” per questioni di salute, ma più che altro per amore verso gli animali e la vita in generale, ma al contempo, devo dire (e so che molti non ci crederanno) che da quando ho fatto questa scelta, non mi sono mai sentita meglio. Fermo restando che la dieta dovrà essere naturalmente ben formulata e bilanciata (prestando dunque attenzione alle quantità assunte di ferro, zinco, calcio, vitamina B12, vitamina D, grassi omega-3, e così via), in modo da non rischiare eventuali carenze e conseguenti problemi di salute.

Detto ciò, devo ammettere che questo stile di vita (perché la dieta vegan non è una semplice dieta, ma è un vero e proprio modo di vivere) mi ha portata ad appassionarmi a tutto ciò che riguarda la salute, compresa l’attività fisica, ed a stare meglio con me stessa. Se poi a questi benefici, si aggiunge quello di ridurre il rischio di cancro … tanto meglio, non trovate?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Airc

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail