Detrazione per alimenti speciali: esclusi prodotti per celiaci e lattanti

Si potranno detrarre dalla dichiarazione dei redditi le spese per alimenti speciali, ma non quelli per i celiaci.

alimenti celiaci

Un emendamento al decreto fiscale collegato alla manovra, approvato dalla commissione Bilancio del Senato, stabilisce la detrazione per gli alimenti a fini medici speciali speciali, come quelli destinati ad esempio per chi soffre di malattie metaboliche congenite o per chi soffre di diabete. Sono esclusi però gli alimenti pensati per i lattanti e per i celiaci.

La detrazione è pari al 19 per cento e si applica alle spese sostenute nel 2017 e nel 2018 (la spesa prevista per le casse statali è di 20 milioni per il primo anno e 11,4 per il secondo anno). L'Associazione Italiana Celiachia sottolinea che le detrazioni si rivolgono solo agli alimenti a fini medici speciali AFMS, inseriti nella sezione A1 del Registro Nazionale di cui al Decreto del Ministero della Sanità 8.6.2001: non sono compresi quelli senza glutine, che invece appartengono alla categoria specifica contenuta nella sezione A2 del Registro Nazionale.

L'assistenza integrativa per i celiaci si rifà all'art 4 della L. 123/05 e all'art 14 comma 2 del Decreto del 12 gennaio 2017, che ha stabilito i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza.

Via | Ansa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail