Farmaci difettosi, nuovi controlli dei Nas

I Nuclei Antisofisticazione hanno verificato il ritiro di diversi prodotti nei depositi farmaceutici e nelle farmacie di tutta italia. Ecco i farmaci da non utilizzare

Quelli che stanno trascorrendo sono giorni di intenso lavoro nei depositi farmaceutici e nelle farmacie per i Carabinieri dei Nas, i Nuclei Antisofisticazione e Sanità dell'Arma, che hanno ricevuto l'incarico di verificare il ritiro di alcuni farmaci difettosi su tutto il territorio italiano. Proprio alla luce di questa attività Giovanni D'Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, ha invitato tutti i consumatori che avessero acquistato prima del loro ritiro i farmaci oggetto dei controlli a non utilizzarli, verificando sulla confezione il lotto di produzione.

D'Agata fa sapere che i controlli eseguiti nella giornata di ieri, 14 luglio, riguardano i seguenti farmaci difettosi:


  • NORMACOL granulato di Norgine Italia Srl, farmaco per il trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Il lotto oggetto del ritiro, per cui l'Agenzia Italiana del farmaco (Aifa) a disposto il “divieto di utilizzo (…) in attesa dei risultati delle analisi da parte dell'Istituto Superiore di Sanità” è il n. 197995 scad. 12/2016, AIC n. 033728027. Alla base dell'ordine di ritiro dal commercio vi è la segnalazione da parte di una parafarmacia di Vimercate (MB) della presenza di un pezzo metallico nelle confezioni del medicinale appartenenti al lotto indicato.
  • GASTROGEL 2 g/10 ml gel orale 30 bustine 10 ml AIC 027819022 di Giuliani S.p.A., farmaco per il trattamento dell'ulcera gastrica o duodenale, della gastrite acuta e delle gastriti croniche sintomatiche, delle gastropatie da FANS e dell'esofagite da reflusso per cui la stessa Giuliani S.p.A. ha deciso il ritiro volontario in seguito al divieto di utilizzo disposto dall'Aifa nello scorso mese di settembre.
  • farmaci difettosi

  • SUCRATE 2 g gel orale AIC 025652052 di Lisapharma, farmaco per il trattamento dell'ulcera gastrica o duodenale, della gastrite acuta, delle gastriti croniche sintomatiche, delle gastropatie da FANS e dell'esofagite da reflusso. Anche in questo caso è stato il titolare del Laboratorio Italiano Biochimica Farmaceutico Lisapharma S.p.A. a decidere per il ritiro volontario dei lotti sottoposti a divieto di utilizzo nello scorso mese di settembre.
  • CLEXANE 4000 UI siringhe preriempite di SANOFI AVENTIS SpA, farmaco per la profilassi della trombosi venosa profonda in chirurgia generale, chirurgia ortopedica e nei pazienti non chirurgici allettati e a rischio di trombosi venosa profonda. L'Aifa ha disposto il ritiro dei lotti n. 4LA96 scad. n. 01/2017, 4I.A72 scad. 01/2017 e n. 4LA64 scad. 02/2017 in seguito alla segnalazione da parte della ditta della presenza di un contaminante in due siringhe.

  • Pasta Arsenicale Normale A|C n. 034495022 di Giovanni Ogna e Figli SpA, farmaco ad uso odontoiatrico per la devitalizzazione indolore della polpa dentale. L'Aifa ha deciso per il ritiro “a seguito della valutazione del Comitato peri medicinali per uso umano (CHNIP) che ha concluso che il rapporto rischi/benefici dei medicinali per uso topico Caustinerf arsenìcal, Yranicid arsenical e denominazioni associate tra cui Pasta Arsenicale Normale, non è favorevole”.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail