Distacco del vitreo: cause, sintomi e cure

Quali sono i sintomi del distacco del vitreo? Riconoscerli subito è indispensabile per potersi rivolgere il prima possibile ad uno specialista, sottoponendosi ad una visita oculistica accurata.

Il distacco del corpo vitreo si presenta con sintomi ben precisi che vanno riconosciuti per poter effettuare il prima possibile una visita da un medico oculista. Di per sé il disturbo non viene quasi mai curato: si tratta di un fenomeno piuttosto frequente e praticamente fisiologico, che si manifesta soprattutto sopra i 50 anni.

Quando il vitreo, formato dal 99% di acqua, si distacca dalla retina, la vista non ne risente: continuiamo a vederci bene, riusciamo a mettere a fuoco perfettamente e anche la forma dell'occhio rimane la stessa. Bisogna però fare attenzione, perché il distacco del corpo vitreo potrebbe causa danni alla regina.

Il distacco del vitreo solitamente avviene perché con l'avanzare dell'età questa parte del corpo comincia a deteriorarsi, provocando i classici sintomi del distacco del vitreo: potrebbe avere la sensazione di avere con delle ragnatele poste davanti agli occhi, con dei filamenti che non rendono la vista nitida. Molti riferiscono anche di vedere come dei puntini neri che si muovono con lo sguardo, come se fossero dei moscherini (questi segnali sono definiti solitamente "miodesopsie", trattate nel video proposto qui sopra).

I sintomi del distacco del corpo vitreo si manifestano solitamente nelle persone adulte, di solito sopra i 60 anni: il disturbo può essere progressivo e non dare disturbi alla vita, mentre in altri casi avviene all'improvviso e tra i segnali abbiamo, oltre ad una visione opaca, anche dei lampi luminosi laterali.

Perché bisogna eseguire una visita oculistica al più presto pur non essendo necessaria una cura per il distacco del vitreo? E' presto detto: questo disturbo potrebbe in poco tempo provocare un distacco della retina, problema decisamente più grave che va, invece, trattato chirurgicamente.

Distacco del vitreo, sintomi

Foto | da Flickr di va_wa92

Via | Corriere

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail