Cosa fare in caso di distacco del vitreo

Cosa fare in caso di distacco del vitreo? Quali sono i sintomi di questo disturbo a carico della vista, quali le possibili cause e anche quali le possibili cure per risolvere il problema?

Il distacco del vitreo è un disturbo purtroppo molto frequente, che può provocare diversi fastidi in chi ne soffre. Questo gel trasparente presente all'interno dei nostri occhi solitamente è attaccato alle pareti della retina. Può capitare per diversi motivi, però, che questo gel, formato al 95% da acqua, si stacchi in parte o nella sua totalità. Chi ne soffre comincia ad avere disturbi della vista, come puntini o "mosche volanti" visibili con l'angolo dell'occhio, che si spostano quando si sposta lo sguardo, ma anche lampi luminosi.

Il distacco del vitreo può avvenire per vari fattori, come traumi, sudorazione, caldo, tutti motivi che fanno perdere al vitreo la sua componente acquosa, provocando il distaccamento. Staccandosi il corpo vitreo può anche provocare danni alla retina, danni che possono arrivare anche alla rottura della stessa, anche se si tratta di una rarità. La rottura della retina, che si manifesta con gli stessi sintomi del distacco del vitreo, viene solitamente trattata tramite fotocoagulazione laser a “barrage”.

Il fenomeno, molto frequente dopo i 40 anni per il naturale invecchiamento dell'occhio, viene diagnosticata con un esame del fondo oculare, della cavità vitreale e della retina periferica e con attenta visita da parte dell'oculista, che in base ai sintomi descritti dal paziente deve utilizzare tale tecnica per accertamento e per valutare la gravità della situazione.

Se preso in tempo, il disturbo può essere trattato con facilità, ma la tempestività è importante, quindi attenzione ai sintomi.

Distacco del vitreo, cosa fare

Foto | da Flickr di cuppini

Via | Maculopatia

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail