La neoplasia a cellule di Hurtle: cos'è e come si cura

Cosa è una neoplasia a cellule di Hurtle, quali sono i sintomi e le caratteristiche di questa malattia, e come curarla?

Con “neoplasia a cellule di Hurtle” si indica un carcinoma della ghiandola tiroidea, ovvero un tipo relativamente raro di cancro differenziato della tiroide. I carcinomi a cellule di Hürthle rappresnetano circa il 3-10% di tutti i tumori tiroidei, e sono noti anche con i nomi di oncocitomi o tumori ossifili. In linea generale, si tratta di proliferazioni neoplastiche di cellule follicolari particolarmente ricche di mitocondri, ed il loro colore appare violaceo.

Questo tipo di tumori possono essere benigni (adenoma ossifilo) oppure maligni (carcinomi ossifili). Il carcinoma a cellule Hurthle può inoltre essere più aggressivo rispetto ad altri tipi di cancro che colpiscono la tiroide.

L’intervento chirurgico per rimuovere la ghiandola tiroidea (tiroidectomia totale) è il trattamento d’elezione per questa forma di cancro. Dopo la tiroidectomia totale, avrete bisogno di assumere gli ormoni tiroidei sostitutivi.

carcinoma a cellule di Hurthle

Fra i segni e i sintomi da tenere sotto controllo troviamo la comparsa di un grumo nel collo, appena sotto il pomo d'Adamo, che cresce in maniera rapida, una sensazione di dolore al collo o alla gola, raucedine o altri cambiamenti nella voce, mancanza di respiro e difficoltà di deglutizione.

Naturalmente questi sintomi non necessariamente indicano la presenza di un cancro delle cellule Hurthle. Essi possono infatti essere dovuti anche ad altre condizioni mediche, come ad esempio l'infiammazione della ghiandola tiroidea.

Attualmente non è ancora del tutto chiaro quali possano essere le cause del cancro delle cellule Hurthle, ma tra i fattori che aumentano il rischio di sviluppare questa forma di tumore vi sono l’appartenenza al sesso femminile, l'età avanzata e l’essersi sottoposti a trattamenti di radiazione alla testa e al collo.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Endocrinologiaoggi.it, Mayoclinic.org

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail