Dieta vegana: esempio di dieta dimagrante

La dieta vegana, che abolisce ogni alimenti di origine animale, è ideale anche per dimagrire in modo sano. Vediamo come

La dieta vegana, di gran moda negli ultimi anni non solo per ragioni di carattere “etico”, prevede un’alimentazione esclusivamente centrata su cibi di origine vegetale, con l'unica eccezione di miele e polline.

Verdure e frutta, legumi e derivati delle soia (tra cui il tofu e la tempeh, o “carne” di soia), cereali e derivati (come il seitan, che deriva dal glutine del frumento), oltre a oli vegetali, semi e germogli, sono i cibi su cui puntare per costruire menù sani, equilibrati e dimagranti.
Dieta-vegana-dimagrante
Ebbene sì, tante sono le persone che decidono di diventare vegane proprio per disintossicarsi e smaltire un bel po’ di chili in eccesso. Eliminare dalla propria dieta carne e insaccati, grassi animali (tra cui burro, strutto, panna) e pesce, uova, latte e formaggi, se riduce senza dubbio le opzioni alimentari, aiuta anche a depurare l’organismo e persino a rinforzare il sistema immunitario.

L’aumento di cibi ricchi di sostanze benefiche e anti-age come vitamine, minerali e antiossidanti, oltre alle tante fibre che permettono di dimagrire, infatti, stimolano in modo naturale le difese del corpo.

Per il resto il piacere del palato viene preservato, perché i vegani si concedono la pasta, il riso, il couscous, i dolci e in generale tutti quei cibi che ci gratificano di più e che peraltro ritroviamo anche nella nostra dieta mediterranea. Vediamo uno schema alimentare - vegano tipo (per un fabbisogno calorico di 1400-1500 calorie circa) per dimagrire e mantenere il proprio peso forma.


  • Colazione: latte di soia o tè verde con frutta fresca, oppure dei fiocchi d’avena ammollati in poco latte di riso (o di mandrole) e zucchero di canna, uvetta e noci, oppure uno yogurt di soia con un quadratino di cioccolato extrafondente biologico spezzettato
  • Spuntino: un succo di frutta biologica, o uno yogurt di soia, o un frutto, o 2 noci o una manciata di mandorle
  • Pranzo: insalata di farro, di riso (meglio se integrale) di quinoa, o cous cous con verdure lesse e fresche (esempio zucchine, fagiolini, spinaci, mescolati a sedano, pomodori, carote crude, cipolla eccetera), condita con olio evo o di sesamo a crudo, spezie (zafferano, curcuma, zenzero, peperoncino), oppure melanzane o zucchine ripiene al forno (con pane grattugiato, tofu, verdure), oppure della semplice pasta integrale al pomodoro. Per concludere della frutta fresca biologica di stagione
  • Merenda: a scelta come a metà mattina
  • Cena: una fetta di seitan o di tofu alla piastra con contorno di verdure grigliate o di patate al vapore condite con aglio e prezzemolo e un po’ do olio a crudo oppure una fetta di pane nero di segale. Oppure un passato di verdure o una zuppa di legumi o una crema di fungi con tofu e pane integrale tostato (poco). Per terminare una buona tisana tiepida allo zenzero e finocchio con un cucchiaino di miele

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • +1
  • Mail