I risvegli notturni nei bambini: cause e soluzioni

Il bambino si sveglia spesso durante la notte? Ecco quali possono essere le cause e come curare il disturbo.

I risvegli notturni nei bambini sono abbastanza comuni. Capita anche a noi adulti, con l’unica differenza che sappiamo riaddormentarci senza disturbare nessuno. I piccolini, soprattutto i neonati, possono avere diversi motivi per aprire i loro occhietti nel cuore della notte. Di solito, le cause principali sono un dolore alla pancia, un brutto sogno, il nasino chiuso, il reflusso o i dentini in crescita.

bambino dorme

Le coliche danno normalmente il tormento nei primi tre mesi di vita, ma poi passano naturalmente. Il meteorismo può comunque continuare per tutta la fase dello svezzamento: fate attenzione all’alimentazione, evitando i legumi la sera e magari aiutandoli con una tisana. Un brutto sogno succede e al pianto inconsolato di un bambino si può rispendere solo con una coccola.

Abbracciateli, magari lasciate accesa una lucina e accompagnateli di nuovo tra le braccia di morfeo. Un altro classico è il nasino pieno. In questo caso prevedete tutte le sere un bel lavaggio nasale con soluzione fisiologica e mettete un cuscino sotto il materasso del bambino, per farlo dormire con la testa leggermente sollevata.

Purtroppo per i denti c’è poco da fare; esistono in farmacia dei gel che possono essere rinfrescanti. In caso di febbre, invece, usate della tachipirina. Bisogna avere pazienza: è un periodo e passerà. Per il reflusso, è molto importante non mettere a nanna il piccolo subito dopo mangiato. Fategli fare il ruttino. Non dovesse bastare, ci sono degli sciroppi, ma prima chiedete consiglio alla pediatra.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail