Trombosi della vena renale, sintomi e cure

La trombosi della vena renale si manifesta quando un trombo va ad ostruire la vena renale, provocando problemi al drenaggio venoso del rene. Ecco quali sono i sintomi e le possibili cure.

La trombosi della vena renale si presenta quando un coagulo di sangue si forma al suo interno: questo trombo può provocare insufficienza renale acuta o cronica e portare con sé anche altri disturbi. La diagnosi non è facile da effettuare, dal momento che la trombosi della vena renale è asintomatica: ci sono alcuni pazienti che lamentano un'insufficienza renale molto lieve, che può indurre però a pensare che sia presente un'altra patologia a carico di questo importante organo interno.

Tra i segnali che possono far presupporre la presenza di trombosi della vena renale abbiamo l'insorgenza di embolia polmonare, anche se sono numerosi i pazienti che non presentato questo disturbo. All'inizio, nella fase acuta, i pazienti possono lamentare i classici segnali di un infarto renale, come dolore lombare, aumento dell'LDH plasmatico, ematuria microscopica o franca, dimensioni più grandi del rene, da individuare tramite radiografia. Nei bambini i sintomi della trombosi della vena renale possono essere diarrea, ipercoagulabilità, infarto emorragico del rene, deplezione di volume extracellulare.

Come si cura la trombosi della vena renale? Per poter agire sulla coagulazione del sangue sono necessari dei farmaci come l'eparina o il warfarin, per cercare di ridurre la possibilità che si formino altri trombi. Nei casi più gravi, come nei pazienti in cui entrambi i reni sono interessati dal disturbo, si può ricorrere a trombectomia chirurgica, scelta obbligata nel caso la terapia anticoagulante non funzionasse.

Trombosi della vena renale

Foto | da Flickr di hey__paul

Via | Msd

  • shares
  • Mail