Acne, attenzione ai prodotti da applicare sulla pelle: denunciate gravi reazioni allergiche

L'FDA avverte i consumatori, ma non sa spiegare le cause delle reazioni avverse segnalate

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha allertato i consumatori sulla potenziale pericolosità di alcuni prodotti per il trattamento topico dell'acne che potrebbero causare gravi irritazioni o rare ma serie e potenzialmente pericolose reazioni allergiche.

I consumatori

informa l'ente in un avviso pubblicato sul suo sito ufficiale

dovrebbero smettere di utilizzare il loro prodotto ad uso topico contro l'acne e cercare immediatamente un aiuto medico di emergenza se hanno a che fare con reazioni di ipersensibilità come senso di soffocamento; difficoltà respiratorie; sensazione di svenimento; o gonfiore degli occhi, della faccia, delle labbra, o della lingua. I consumatori dovrebbero smettere di utilizzare il prodotto anche se sviluppano orticaria o prurito.

I prodotti cui fa riferimento l'FDA sono commercializzati da diversi marchi, alcuni dei quali noti anche in Italia. L'ente nomina espressamente

Proactiv, Neutrogena, MaxClarity, Oxy, Ambi, Aveeno, Clean & Clear

e aggiunge che a volte si tratta di prodotti con il marchio del negozio che li vende e che si può trattare di gel, lozioni, soluzioni, dischetti detergenti, tonici, scrub per il viso detergenti per il viso e "altri prodotti".

Le caratteristiche della reazione di ipersensibilità

Acne rosacea

Le reazioni da considerare pericolose possono comparire nel giro di qualche minuto o anche a più di un giorno di distanza dall'uso del prodotto e sono diverse dalle irritazioni localizzate della pelle (ad esempio rossori, bruciori, secchezza, prurito, desquamazione o un leggero gonfiore) che possono comparire a livello della zona di applicazione e che sono già segnalate nel foglietto illustrativo dei prodotti.

Le informazioni a disposizione dell'FDA non sono al momento sufficienti per stabilire se a causare la reazione sono i principi attivi dei prodotti anti-acne (il perossido di benzoile o l'acido salicilico), da altri loro ingredienti o da entrambi. Probabilmente anche per questo la questione non è considerata chiusa: l'ente continuerà a monitorare il problema e ad effettuare opportune indagini.

Lavoreremo con i produttori su qualsiasi futuro cambiamento delle etichette che risolva il rischio di gravi reazioni di ipersensibilità

conclude l'FDA.

In generale ricordiamo che prima di utilizzare un qualsiasi prodotto per uso topico per la prima volta sarebbe meglio applicarne una piccola quantità sulla pelle per verificare l'assenza di reazioni avverse ai suoi ingredienti.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | FDA
Foto | da Pinterest di FYI Living

  • shares
  • Mail