Diabete, negli States la nuova insulina da inalare

Dopo il fallimento della prima versione promette di migliorare il controllo glicemico di molte persone alle prese con troppi zuccheri nel sangue

Qualche anno fa un'altra azienda farmaceutica ci aveva già provato, ma le dimensione dell'inalatore (troppo ingombrante) e l'elaborata procedura di caricamento del medicinale aveva fatto naufragare le speranze di chi credeva di poter fare affidamento sulla prima insulina da inalare. Oggi a riprovarci è un'altra company, che ha visto nei giorni scorsi approvare dalla Food and Drug Administration (FDA) la sua insulina da assumere utilizzando un semplice inalatore: non un sostituto del farmaco che si assume tramite iniezioni per il trattamento del diabete, ma una valida alternativa che assunta all'inizio di ogni pasto aiuta a migliorare il controllo della glicemia negli adulti affetti dalla malattia.

L'approvazione allarga significativamente il ventaglio di opzioni per somministrare l'insulina al momento dei pasti nella gestione generale dei pazienti con diabete che ne hanno bisogno per controllare i livelli di zuccheri nel sangue

ha commentato Jean-Marc Guetter, direttore della Divisione Prodotti per il Metabolismo e l'Endocrinologia del Center for Drug Evaluation and Research della FDA. Infatti una glicemia costantemente alta può aumentare il rischio di complicazioni gravi del diabete come malattie cardiache, cecità e danni a nervi e reni. Da qui la necessità di mantenere il più possibile costantemente nella norma i valori di zuccheri nel sangue.

diabete insulina

La sicurezza e l'efficacia del farmaco in caso di diabete di tipo 2 sono state testate su quasi 2.000 pazienti, che lo hanno assunto per 24 settimane in combinazione con farmaci contro il diabete da assumere per via orale. Dal confronto fra gli effetti ottenuti in questo modo con quelli osservati utilizzando un placebo al posto dell'insulina da inalare è emersa una capacità di controllo della glicemia significativamente migliore.

Afrezza (questo il nome della nuova insulina) si è dimostrato efficace e sicuro anche in caso di diabete di tipo 1, ma deve essere utilizzato in combinazione con le insuline a lunga durata. Non è invece raccomandato per il trattamento della chetoacidosi diabetica ed è sconsigliato ai fumatori. Inoltre sono stati riportati casi di broncospasmo in pazienti affetti da asma o da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). Per questo non può essere utilizzato da chi soffre di malattie polmonari croniche. I possibili effetti collaterali includono invece l'ipoglicemia, la tosse, e dolore o irritazione alla gola.

La FDA ha approvato la nuova insulina insieme a un piano informativo per informare medici e operatori sanitari sul rischio di broncospasmo associato al suo uso. L'ente ha inoltre richiesto che vengano effettuati studi sulla sua farmacocinetica, la sua sicurezza e la sua efficacia in età pediatrica, sulla sua eventuale cancerogenicità e per caratterizzare ulteriormente la sua azione.

Nel video in apertura di questo post potete vedere come si usa il nuovo inalatore.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | FDA

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail