Le proprietà della dioscorea, i benefici per la salute e le controindicazioni

La dioscorea è una radice usata in fitoterapia soprattutto per aiutare le donne a combattere i sintomi più sgradevoli della menopausa, ma non solo. Vediamo anche le controindicazioni



La dioscorea (Dioscorea villosa)è anche definita “amica delle donne” e “dono di natura”, perché si tratta di una pianta che contiene fitoestrogeni, molecole simili agli ormoni femminili che sembrano utili nel contrastare i tipici sintomi della menopausa.

Non solo, assumere integratori di dioscorea risulta utile in generale per smaltire i chili in eccesso (soprattutto se determinati da edemi e ritenzione idrica), e facilitare tutto il processo digestivo.

Dioscorea


Stiamo parlando di una pianta – anche chiamata wild yam o igname – che è originaria del Messico, diffusa però in tutta l’America latina, di cui, a scopo fitoterapico, si utilizzano soprattutto le radici, sotto forma di grossi tuberi simili a patate. La dioscorea contiene due sostanze simili agli ormoni umani, in particolare femminili, come la diosgenina (un estrogeno vegetale), e la DHEA.

Tali sostanze, come anticipato, sono in grado di rallentare il processo di invecchiamento cerebrale e soprattutto di accompagnare in modo soft l’avvio verso la menopausa, rallentandone il decorso e alleviando i tipici sintomi, tra cui:


  • Aumento di peso (soprattutto accumulo di grasso nella zona addominale)
  • Vampate
  • Osteoporosi
  • Caduta o diradamento dei capelli
  • Ansia, palpitazioni
  • Disturbi del sonno

La dioscorea, però, è utile anche alle donne in età fertile che abbiano problemi legati al ciclo mestruale. Assumere estratti di questa pianta può ridurre i sintomi della sindrome premestruale, soprattutto la ritenzione idrica e la tendenza all’accumulo lipidico, e sembra essere una buon alternativa alle terapie ormonali tradizionali in caso di sindrome dell’ovaio policistico.

Per tutti questi problemi associati all’attività ovarica e alla produzione di ormoni femminili, le dosi di dioscorea corrette sono le seguenti:


  • 1-2 capsule (da 250 mg) al giorno al giorno da assumersi durante i pasti con abbondante acqua

Assumere la disocorea sotto forma di integratore alimentare (lo trovate nelle erboristerie e nei negozi di alimentazione naturale), è altresì molto efficace nel ridurre i sintomi di alcuni comuni disturbi intestinali, come la diverticolite, il meteorismo, la sindrome del colon irritabile.

Non solo, questa pianta sembra utile anche nel contrastare la tendenza all’ipercolesterolemia, riducendo i livelli di colesterolo “cattivo” LDL e aumentando quello “buono” HDL. In questo caso le dosi corrette da assumere sono:


  • 1-2 capsule al giorno da assumersi in associazione allo zenzero (ai pasti), per potenziare l’effetto sfiammante e tonificante sulla muscolatura addominale

Veniamo alle controindicazioni. Dal momento che, sebbene naturali, le sostanze presenti nella dioscorea sono comunque degli estrogeni, quindi agiscono come gli ormoni femminili, integratori di questa pianta NON vanno assunti se già si seguono cure di tipo ormonale tradizionali (con ormoni sintetici), sia per la menopausa che come contraccettivo. Inoltre, la dioscorea è controindicata in gravidanza e in allattamento.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 55 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail