Farmaci, la campagna di AIFA per l'uso consapevole in gravidanza e nei bambini

L'abuso dei medicinali è molto frequente e dannoso, specialmente in alcuni periodi della vita: l'Agenzia Italiana del Farmaco promuove una nuova campagna sulla consapevolezza dei consumi di medicine in gravidanza e nell'età pediatrica.

Quante volte sarà capitato di dire "ho mal di testa/influenza/mal di stomaco, prendo qualcosa" e in questo modo ingurgitare farmaci che alleviano il dolore? Moltissime volte, sicuramente, e di certo a tutti noi: l'automedicazione è veloce, facile e molto importante, ma molto spesso si tende ad abusare di certi principi attivi per la cura di determinati disturbi di lieve entità, non tenendo conto del fatto che l'assunzione di un medicinale a cuor leggero comporta comunque delle conseguenze sul nostro organismo.

Per questo AIFA, l'Agenzia italiana del Farmaco che si occupa della regolamentazione relativa ai medicinali in commercio nel nostro paese, ha presentato due campagne distinte per informare al meglio sull'uso consapevole dei farmaci in due periodi ben distinti e più delicati della vita, quello dell'infanzia con la campagna "Farmaci e pediatria" e quello della gestazione con "Farmaci e gravidanza", entrambe col beneplacito del Ministero della Salute e accompagnate da una massiccia esposizione mediatica per raggiungere capillarmente tutto il territorio.

Schermata 2014-05-28 alle 12.59.29
Lo scopo di queste due campagne è innanzitutto quello di evidenziare come i bambini non siano dei "piccoli adulti" e come le terapie farmacologiche per l'infanzia debbano essere adeguate alla loro fisiologia; in gravidanza, poi, le modifiche del corpo con il feto in crescita e la necessità di curarsi possono andare serenamente d'accordo, basta essere scrupolose e concordare sempre il consumo di farmaci col proprio medico.

L'uso dei farmaci dovrebbe essere sempre consapevole per definizione. I progetti che abbiamo presentato oggi sono importanti perché vanno a toccare due ambiti che mi stanno particolarmente a cuore, la gravidanza e l'infanzia. Grazie ai nuovi strumenti informativi realizzati dall'AIFA, le mamme avranno a disposizione delle risorse, approvate e validate dalla comunità scientifica, per scegliere le opzioni terapeutiche più appropriate per sé e per i propri bambini

ha spiegato il Ministro Beatrice Lorenzin nel corso della presentazione delle due campagne al pubblico. All'iniziativa è stato dedicato anche un sito aggiornato con tutte le informazioni sulle schede dei principali farmaci di uso comune con i loro effetti su bambini e donne incinte.

Via | ASCA

Foto | AIFA

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 35 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail