L'artiglio del diavolo: usi, benefici e controindicazioni della pomata

L’artiglio del diavolo è una pianta dalle proprietà benefiche importanti: in pomata o gel è perfetta per curare le infiammazioni articolari.

L’artiglio del diavolo o Arpagofito è una pianta perenne, tipica dell’Africa Sud Occidentale. Il nome scientifico è Harpagophytum procumbens. Come mai questo strano soprannome? Come potete vedere dalla fotografia ha delle appendici curve, simili a uncini ed estremamente taglienti. Negli anni si è scoperto che quest’arbusto, che fa fiori bellissimi, è importante per la cura delle infiammazioni, come l’artrite reumatoide, i dolori cervicali, ma anche i mal di schiena e le tendiniti.

artiglio del diavolo

Non è tutto ha proprietà digestive, se assunto come infuso, e tiene bassi i livelli del colesterolo. È utile come antipiretico, per le infezioni cutanee. Come si può assumere? Ovviamente in dosi modeste e possibilmente sotto la supervisione di un medico, se scegliete la tintura madre, l’estratto o le compresse. È molto più facile l’impiego in pomata, ideale per le infiammazioni articolari. Leggete sempre le etichette, perché questa sostanza non è priva di controindicazioni.

In dosi elevate, infatti, è come prendere un farmaco da banco e quindi bisogna fare attenzione a non sovraccaricare il corpo (non si può prendere tutto e insieme), inoltre potrebbe causare dei problemi se assunto contemporaneamente a farmaci antiaritmici, ulcera gastrica, calcoli, diabete e gravidanza.

Via | My Personal Trainer
Foto | Pinterest

  • shares
  • +1
  • Mail