Alimentazione, cucinare con i bambini fa bene alla salute di tutta la famiglia

Coinvolgere i più piccoli nella preparazione dei pasti è un'ottima strategia educativa. Parola di scienza

Educare i bambini a corrette abitudini alimentari non è un obiettivo sempre facile da raggiungere. Riuscirci ha però degli enormi vantaggi in termini di salute. Come avere successo senza fare i conti con capricci e inutili lacrime? Secondo uno studio del Nestlé Research Center pubblicato sulla rivista Appetite anche cucinare insieme ai piccoli di casi aiuta nell'impresa. Per di più coinvolgere i bambini nella preparazione dei pasti ha risvolti positivi anche sulla salute psicologica dei bambini e sulle dinamiche famigliari. Dal punto di vista dell'alimentazione, insomma, coinvolgere i bambini nelle attività culinarie è il miglior metodo educativo a disposizione di mamma e papà.

Gli autori dello studio, guidati dal nutrizionista Klazine Van Der Horst, hanno coinvolto nella loro ricerca 47 genitori di bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni, chiedendo loro di cucinare scegliendo fra ingredienti molto diversi fra loro. Qualche esempio? Petto di pollo, insalata, pasta, cavolfiori.

A circa metà dei genitori è stato chiesto di coinvolgere i figli nella preparazione del pasto. Ai restanti partecipanti è stato invece chiesto di cucinare mentre i ragazzi giocavano.

E' stato così scoperto che i bambini che aiutano i genitori a cucinare mangiano il 76% in più di insalata e il 27% in più di pollo. Non solo, i bambini che preparano il pasto con mamma o papà bruciano il 25% di calorie in più rispetto agli altri.

cucinare con i bambini

Secondo gli autori il maggior consumo di insalata potrebbe essere incentivato dal fatto che i bambini scelgano in autonomia gli alimenti. Ciò che è parso certo è che i bambini che passano del tempo armeggiando in cucina trascorrono anche più tempo a tavola, divertendosi di più e migliorando la percezione di sé. Infatti i bambini che hanno cucinato con i genitori hanno dichiarato di sentirsi indipendenti e orgogliosi e hanno mostrato di avere un approccio più positivo alla tavola.

Coinvolgere i bambini nella preparazione delle pietanze potrebbe aiutare lo sviluppo di sane abitudini alimentari

ha commentato Van Der Horst.

Ora i nutrizionisti vogliono studiare gli effetti a lungo termine del coinvolgimento dei bambini nella preparazione dei pasti, in modo da chiarire ulteriormente in che moco cucinare influenzi i modelli di consumo e la scelta dei cibi da parte dei più piccoli della famiglia.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Comunicato stampa
foto | da Flickr di Dan O'Leary

  • shares
  • Mail