Come si esegue il prick test e quali allergie può identificare

Il prick test è uno degli esami più utilizzati per poter scoprire eventuali allergie che hanno colpito il paziente che si sottopone a questa indagine diagnostica: ecco come si esegue il prick test e cosa può scoprire.

Il prick test è forse il test allergologico più famoso, che ci permette di diagnosticare eventuali allergie respiratorie, alimentari e verso altri particolari allergeni. Il test è cutaneo e ci dà indicazioni utili per capire se il paziente è allergico o meno ad una sostanza. Sostanza che viene inalata nel braccio e che può provocare o meno una risposta allergica, con relativa infiammazione, se si è allergici o meno.

Il prick test ci dà immediatamente la risposta in merito ad una possibile allergia a carico del paziente: tramite una siringa sulla pelle del paziente viene posizionata qualche goccia di allergene purificato. La cute viene scalfita con una lancetta monouso, in maniera tale che l'allergene attraversi gli strati superficili della pelle. Si attendono una ventina di minuti all'incirca e poi si valuta la risposta cutanea. Se c'è reazione si è allergici, altrimenti no.

In caso di reazione positiva sulla pelle del paziente compare il cosiddetto pomfo, simile alla puntura di un insetto o di una zanzare: il pomfo è pruriginoso e intorno ha un alone di eritema. Non si può eseguire il prick test in caso di dermatiti cutanee e orticarie in fase attiva, anergia cutanea, utilizzo di antistaminici nell'ultima settimana, gravidanza (il test non va assolutamente eseguito se si è in stato interessante).

Ma quali allergie possiamo scoprire con il prick test? Possiamo scoprire reazioni allergiche ai pollini, agli acari, agli animali domestici, alle muffe, ma anche a allergie o intolleranze a particolari alimenti, al latex, al veleno di insetti e ad alcuni farmaci.

prick test

Foto | da Flickr di buhny

Via | Allergologo

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail