Trasfusioni, creato sangue umano dalle cellule staminali

Libero da ogni rischio e del gruppo O, potrebbe essere trasfuso in qualunque paziente. Ora mancano solo i risultati dei test clinici

Un gruppo di ricercatori guidato da Marc Turner, esperto dell'Università di Edimburgo (Scozia), ha messo a punto un metodo che potrebbe permettere di produrre su larga scala, a partire dalle cellule staminali, sangue umano libero da rischio di contaminazioni microbiche e che potrebbe essere utilizzato per le trasfusioni in qualsiasi paziente. Al suo interno, infatti, sono presenti globuli rossi appartenenti esclusivamente al gruppo O, quello noto per conferire a chi lo possiede la qualifica di “donatore universale”.

Turner e collaboratori hanno ottenuto questi globuli rossi partendo dalle cosiddette cellule staminali pluripotenti, ottenute in laboratorio facendo regredire allo stato di staminali cellule adulte prelevate dall'organismo umano. Ora, per la prima volta e grazie alla disponibilità di adeguati finanziamenti, queste cellule saranno utilizzate in vere e proprie trasfusioni in uno studio clinico che sarà condotto tra il 2016 e il 2017. I test coinvolgeranno pazienti affetti da talassemia, malattia che può richiedere di essere sottoposti a numerose trasfusioni.

Sangue umano in laboratorio: i tentativi precedenti

donare sangue

Già lo scorso anno un altro gruppo di ricercatori guidato da Radu Silaghi-Dumitrescu della Babes-Bolyai University di Cluj-Napoca, in Romania, era riuscito a ricreare in laboratorio delle cellule del sangue e di testarle con successo sui topi. Purtroppo, però, non c'è stato modo di proseguire gli studi nell'uomo.

I tentativi naufragati in passato non finiscono però qui. Nel 2008, ad esempio, l'azienda Advanced Cell Technology ha tentato di produrre grandi quantità di sangue appartenente al gruppo O a partire da cellule staminali embrionali umane, ma non è riuscita a raggiungere le dosi di cellule necessarie per una trasfusione.

La novità portata da Turner e collaboratori non si limita, tuttavia, alla sola quantità di globuli rossi ottenibili in laboratorio.

Anche se altrove sono state condotte ricerche simili

ha dichiarato l'esperto

questa è la prima volta che qualcuno ha creato del sangue artificiale corrispondente agli standard appropriati di qualità e sicurezza per la trasfusione in un essere umano.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Medical Daily

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail