Test di Medicina 2014, le irregolarità denunciate dagli studenti

Dopo le polemiche per la scelta di anticipare il Test di Medicina 2014, per l'accesso alle facoltà italiane nell'anno accademico 2014/2015, ecco le polemiche per presunte irregolarità, segnalate dagli stessi studenti.

Non si placano le polemiche sul Test di Medicina 2014: prima dell'esame erano molti gli studenti che si lamentavano della decisione di anticipare il test di ingresso alle facoltà di medicina, dal mese di settembre al mese di aprile, in piena preparazione dell'esame di Maturità e quando i programmi delle materie oggetto d'esame non erano ancora stati conclusi. All'indomani del test le proteste riguardano presunte irregolarità.

Gli studenti che hanno affrontato il tanto temuto Test di Medicina 2014, infatti, hanno presentato diverse segnalazioni all'Unione degli Universitari e Rete degli Studenti su presunte irregolarità durante l'esame: irregolarità anche molto gravi, come violazione dell'anonimato, plichi danneggiati, violazioni delle procedure, domande sbagliate. Le irregolarità più gravi all'Università di Bari, dove un plico sarebbe stato aperto prima dell'arrivo in aula degli studenti: plico contenente solo 49 buste a fronte dei 50 candidati che dovevano affrontare l'esame.

Le irregolarità, anche se riguardano singoli atenei, interessano in realtà tutti gli studenti italiani, dal momento che la graduatoria è nazionale: per questo motivo le associazioni studentesche hanno già dato mandato all'avvocato Michele Bonetti per presentare un esposto alla Procura della Repubblica per denunciare tutte le irregolarità riscontrate. Per l'Università di Bari è stato chiesto il sequestro penale dei compiti, mentre le associazioni chiedono nuovamente al Ministero dell'Istruzione di eliminare il numero chiuso dalle Università Italiane.

Test di medicina 2014, le irregolarità

Via | Studenti

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail