I sintomi dello stiramento del crociato anteriore, la terapia e i tempi di recupero

Come riconoscere uno stiramento del crociato anteriore e qual è il trattamento più indicato?

Il legamento crociato anteriore è una parte a dir poco fondamentale del ginocchio, poiché permette appunto di mantenerne la stabilità centrale. Non è raro che gli atleti (specialmente chi pratica calcio, sci ed altri tipi di sport che prevedono l’esecuzione di movimenti stop-and-go) possano incorrere in una lesione del crociato anteriore del ginocchio, lesione che va senza dubbio trattata, per evitare che il problema possa divenire cronico, e che a causa dello strappo possano presto presentarsi altri sintomi e problemi ancor più seri.

Fra i segnali da tenere in considerazione, se si sospetta di essersi stirati il crociato anteriore, si registra innanzitutto un gonfiore al ginocchio che si manifesta già a distanza di poche ore dall’infortunio.

Fra i sintomi dello stiramento del crociato anteriore segnaliamo anche una capacità di movimento limitata, ginocchio instabile, dolore sulla parte esterna e posteriore del ginocchio e così via. Lo stiramento del legamento crociato anteriore si verifica generalmente quando il soggetto ha il piede ben saldo a terra, ed al tempo stesso si effettua una distorsione del ginocchio, mentre il muscolo quadricipite è contratto.

stiramento del crociato anteriore

In presenza di uno stiramento o strappo del crociato anteriore sarà – come dicevamo – necessario che il problema venga sottoposto alle dovute cure. In primo luogo, il paziente dovrà cessare immediatamente qualunque attività stava eseguendo, e dovrà tenere il ginocchio a riposo, ed applicare un bendaggio elastico per esercitare una lieve compressione al ginocchio. Inoltre, il paziente potrà tenere la gamba sollevata, magari sopra dei cuscini, e dovrà cercare di spostarla il meno possibile. Quindi, sarà ovviamente necessario consultare il medico, che in base alla situazione specifica del paziente, consiglierà una terapia di riabilitazione o l’intervento chirurgico.

Qualora si dovesse procedere con l’intervento chirurgico, saranno richiesti diversi mesi di riabilitazione successiva prima che il paziente possa tornare a svolgere la propria normale attività sportiva.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Knie-zentrum-muenchen.de, Maskaran.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail