L'anestesia spinale è dolorosa? Quando è indicata e quali rischi si corrono

Quanto è dolorosa l’anestesia spinale, e quali rischi si corrono?

L’anestesia spinale (detta anche anestesia subaracnoidea) è un tipo di anestesia che viene effettuata iniettando l’anestetico ed eventuali altri farmaci nel liquido cefalorachidiano, ovvero un fluido che si trova nel sistema nervoso centrale. Tale anestesia viene effettuata generalmente nella regione lombare, ed è impiegata negli interventi di chirurgia che interessano gli arti inferiori e l'addome, o anche negli interventi che interessano l’apparato genitale o urinario, in caso di taglio cesareo, interventi di ernia e così via.

Si tratta di un tipo di anestesia semplice da praticare (se eseguita da persone esperte non dovrebbe provocare eccessive sensazioni di dolore), che comporta un’assunzione minima di farmaci, e che nella maggioranza dei casi non comporta problemi. Detto questo, è sempre bene ricordare che si tratta comunque di un’anestesia importante.

anestesia spinale rischi

Prima di sottoporvi all’intervento dovrete naturalmente riferire al dottore se avete sofferto in passato di casi di ipersensibilità o allergia nei confronti di determinati farmaci, se presentate delle deformazioni della colonna vertebrale, problemi della coagulazione, malattie che interessano il sistema nervoso, disturbi neuromuscolari e così via. Informate il medico in merito ad eventuali terapie in corso, e riferite se avete assunto sostanze alcoliche o droghe.

Fra le possibili complicazioni ed i rischi dell’anestesia spinale si registrano episodi di convulsioni, ipotensione, irregolarità del battito cardiaco, rischi di arresto cardiaco, problemi nella respirazione, paralisi, infezioni, forti mal di testa (che possono colpire diverse zone della testa e del collo) e così via. Se avvertite anche uno qualunque di questi sintomi, avvertite il medico.

via | Farmacoecura

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail