Cos'è la colangiografia, a cosa serve e come si esegue

La colangiografia è una particolare tecnica radiografica che permette al medico di visualizzare nei minimi dettagli l'anatomia del tratto biliare, alla scoperta di malattie o disturbi.

La colangiografia è un particolare esame diagnostico radiologico che viene utilizzato per poter esplorare le vie biliari, vale a dire tutti i canali che sono attraversati dalla bile, come la colecisti, il dotto cistico, il coledoco, il dotto epatico. L'esame viene solitamente effettuato con la somministrazione di liquido di contrasto: poi il medico prosegue con radioscopia e radiografia della zona interessata.

Grazie alla colangiografia si possono verificare le strutture delle vie biliari, nonché la funzionalità ed eventuali patologie a carico di queste parti del corpo: grazie all'esame radiologico delle vie biliari possiamo scoprire, infatti, se soffriamo di calcoli alle vie biliari o se ci sono altri ostacoli che non consentono il normale passaggio della bile nei canali predisposti.

La colangiografia può essere effettuata secondo diverse tecniche: la colangiografia percutanea con puntura con ago di Chiba attraverso il fegato, la colangiografia Trans-Kher, con catetere posizionato nella via biliare dal chirurgo, la colangiografia intraoperatoria, con un'iniezione del mezzo di contrasto radio opaco dal dotto cistico, che è già stato incanulato dal chirurgo in occasione di una precedente operazione chirurgica di colecistectomia.

L'esame viene solitamente consigliato a tutti quei pazienti che lamentano sintomi che possono far presupporre la presenza di patologie o anomalie alle vie biliari, mentre è controindicata nelle donne in dolce attesa, perché la radiografia potrebbe comportare dei rischi per il feto.

colangiografia

Foto | da Pinterest di sean arriola

Via | humanitas

  • shares
  • Mail