Allergie, l'Ospedale Bambino Gesù attiva l'Ambulatorio SOS pollini

Dal primo aprile sarà possibile far visitare i bambini colpiti dalla rinite e dagli altri dsiturbi scatenati dai pollini presenti nell'aria

La rinite allergica colpisce sempre più persone e con l'arrivo della primavera starnuti, naso che cola, occhi irritati e fotofobia diventeranno un problema quotidiano per 18 milioni di individui, fra cui 1 milione e 200 mila bambini. E' proprio per aiutare le vittime più giovani delle allergie che dal 1 aprile l'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma offre la possibilità di fissare un appuntamento in tempi brevi con gli esperti dell'Ambulatorio SOS pollini, il nuovo servizio dedicato ai bambini allergici alle prese con i pollini.

Secondo la World Allergy Organization l'aumento dei disturbi allergici è associato al riscaldamento globale, che ha un effetto non trascurabile sui cicli riproduttivi delle piante. Basta, infatti, un aumento di circa mezzo grado della temperatura dell'aria per prolungare il periodo durante il quale le piante producono i pollini. In molti casi ciò corrisponde ad un'anticipazione anche di un mese della comparsa nell'aria dei primi allergeni; in altri i pollini vengono prodotti due volte all'anno, sia in primavera che in autunno.

ambulatorio sos pollini

Nel caso dei bambini a risentirne può essere anche il rendimento scolastico. Un riposo tormentato dai sintomi delle allergie porta a difficoltà di concentrazione, che possono essere ulteriormente aggravate dall'assunzione di antistaminici. E' stato addirittura dimostrato che assumere questi farmaci prima di un esame può aumentare il rischio di essere bocciati.

Tuttavia, per i più piccoli l'assunzione dei medicinali giusti è fondamentale per affrontare al meglio questo periodo e gli antistaminici, insieme agli spray al cortisone, sono indispensabili per trattare la rinite acuta. Per sedare la tosse si deve invece ricorrere ai broncodilatatori, mentre per la congiuntivite bisogna fare affidamento su colliri antistaminici o cortisonici. Infine, per prevenire l'asma e trattare i casi più complessi può essere necessario assumere ciclicamente terapie a base di corticosteroidi.

La vera arma per sconfiggere l'allergia è però rappresentata dai vaccini, che, spiega Alessandro Fiocchi, responsabile di Allergologia del Bambino Gesù, è disponibile sia nella tradizionale somministrazione sottocutanea che per via sublinguale.

Per evitare il riaffacciarsi dei sintomi è necessario prevenire con farmaci che impediscano al polline respirato infiammare le mucose

sottolinea l'esperto.

Le cure dovranno poi essere continuate per tutta la stagione di esposizione. Sapendo a cosa si è allergici è inoltre possibile pianificare i tempi della terapia e programmare le vacanze in periodi di alta pollinazione evitando, così, il contatto con gli allergeni presenti nelle città o nelle campagne.

Chi vuole sfruttare l'opportunità messa a disposizione dal nuovo Ambulatorio SOS pollini può chiamare dal lunedì al venerdì, dalle 12 alle 13, il numero 06.6859.3570 per fissare una visita, che sarà effettuata un mercoledì mattina presso la sede dell'Ospedale pediatrico sita in viale di San Paolo 15 a Roma, nella sede dell'Ospedale di San Paolo Fuori le Mura.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Adnkronos

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail