A cosa serve l'analisi del liquido sinoviale del ginocchio e cosa significano i risultati

A cosa serve l’analisi del liquido sinoviale del ginocchio e quali sono i valori normali?

Il liquido sinoviale è una sostanza dall’aspetto viscoso e dal colore chiaro, che si trova fra le congiunzioni delle ossa, e dunque fra le giunzioni articolari, che verranno dunque lubrificate. La sua analisi viene effettuata generalmente in seguito a dei traumi, quando il paziente è affetto da tumore delle grosse articolazioni, in presenza di malattie infettive e così via. Questa particolare procedura diagnostica viene eseguita mediante l’inserimento di un ago sterile nella cavità articolare del ginocchio del paziente (il quale dovrà stare in posizione distesa e rilassata). Da qui verranno estratti circa 2-5 ml di liquido sinoviale, che andrà poi analizzato in laboratorio.

L’analisi del liquido sinoviale farà emergere una serie di parametri, fra i quali – in condizioni normali – si segnalano cristalli (assenti), leucociti (200/ml), mucine (normale), viscosità (normale). Qualora dalle analisi dovesse emergere la presenza di cristalli, è probabile che il paziente soffra di gotta oppure di artrite, mentre se il paziente presenta livelli alti (maggiori di 1500/ml) di leucociti, probabilmente la diagnosi sarà di osteoartrite, traumi oppure di una malattia autoimmune (LES).
analisi del liquido sinoviale

In caso di gotta ed artrite reumatoide i leucociti saranno molto alti, mentre saranno altissimi (più di 50000/ml) nel caso in cui il soggetto soffra di artrite. Sempre in caso di artrite reumatoide o gotta, dalle analisi emergeranno valori delle mucine (glicoproteine presente nei secreti mucosi) più bassi, mentre il loro valore si alzerà in presenza di artriti batteriche acute.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Pagineblusanita.it
Foto | da Pinterest di rashelle

  • shares
  • +1
  • Mail