Angioplastica con stent: cos'è, a cosa serve e come si esegue

Cosa è l’angioplastica con stent, a cosa serve e quali rischi comporta.

L’angioplastica con stent è un intervento chirurgico che prevede il posizionamento di uno stent, ovvero di un tubicino, per ripristinare il funzionamento di arterie ostruite o bloccate, o per rinforzare un’arteria fragile, per evitare che essa si dilati o si laceri. Gli stent impiegati per l’esecuzione di tale intervento sono generalmente realizzati in rete metallica, ma possono anche essere realizzati in tessuto, in modo da trattare le arterie più grandi. Inoltre, questi tubicini possono anche rilasciare dei farmaci nell’arteria, in modo da impedire che questa possa ostruirsi ancora una volta.

L’intervento di angioplastica con stent viene effettuato – come dicevamo – quando le arterie risultano ostruite da placche di grasso, come ad esempio nel caso di malattie coronariche. Inoltre, questo intervento viene effettuato per trattare patologie che colpiscono le carotidi, le arterie renali, l’aorta, le arterie delle braccia e delle gambe e così via.

  • shares
  • +1
  • Mail