A cosa serve la coppettazione? I benefici in caso di cellulite e le controindicazioni

Coppettazione: a cosa serve, per chi è utile, e quali sono i suoi effetti sul trattamento della cellulite?

La coppettazione è una tecnica molto antica, una tecnica che venne utilizzata per la prima volta nella Medicina cinese, e che trova largo consenso ancora oggi in tutto il mondo, compreso il nostro Paese. Tale tecnica consiste nell’applicare una coppetta, ovvero un vasetto di vetro o ceramica, o di altri materiali, sulla parte interessata. Prima di essere appplicata, la coppetta dovrà essere riscaldata mediante un fiammifero oppure un batuffolo di cotone al quale è stato dato fuoco, in modo che, quando verrà applicato sulla pelle, il vasetto eserciterà quell’effetto di risucchio che caratterizza tale tecnica, una tecnica che - è sempre bene ricordarlo - andrebbe eseguita da mani esperte.

In linea generale, possiamo dire che questa antica pratica cinese è impiegata soprattutto per il trattamento di dolori, ma anche in caso di sindromi depressive e ansiose, tosse, asma, crampi, malattie polmonari, e – come abbiamo detto all’inizio – anche per il trattamento della cellulite.

Coppettazione cellulite

L’azione della coppetta applicata sulla pelle perfettamente rasata e resa più scivolosa grazie ad un olio specifico, stimolerà la circolazione, favorirà il drenaggio e levigherà le fossette tipiche della cellulite.

Secondo gli esperti, questo trattamento sarebbe però da evitare per le persone che hanno una pelle eccessivamente flaccida, sulle zone in cui vi sono ferite recenti, ma anche in caso di insufficienza cardiaca, insufficienza renale e di malattie emorragiche. Tale tecnica sarà inoltre sconsigliata in chi soffre di dermatosi e – in alcune parti del corpo – anche alle donne in dolce attesa.

Voi avete provato questo genere di trattamento? E cosa ne pensate?

via | Wikipedia, Cure.Naturali.it
Foto | da Pinterest di Melissa Smith

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: